Licenziamenti, uno strumento da maneggiare con cura

sicurezza sul lavoro

“Il licenziamento individuale è senza dubbio l’atto giuridico maggiormente esposto a critiche e non soltanto da parte della magistratura. Chi si occupa di Risorse Umane sa bene che questo è uno “strumento” da maneggiare con molta cura, perché diverse sono le implicazioni e le ricadute che può comportare sia all’interno che all’esterno dell’azienda. Oltre, quindi, a valutarne gli effetti giuridici ed economici, bisogna valutare anche l’impatto che esso avrà sul clima aziendale” ha esordito Potito di Nunzio, Presidente dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Milano, aprendo il convegno organizzato dall’ANCL, l’Associazione Nazionale dei Consulenti del Lavoro, che si è tenuto lo scorso 17 aprile presso la sede de Il Sole 24 Ore.

Leggi tutto...

Fondimpresa Avviso 2/2017 Contributo Aggiuntivo

L’Avviso n. 2/2017 di Fondimpresa è uno strumento pensato per dare alle piccole e medie imprese maggiori possibilità di utilizzare il proprio Conto Formazione. Con questo Avviso, il Fondo integra le somme accumulate dall’Azienda sul proprio Conto Formazione aziendale, con risorse derivanti dal Conto di Sistema, permettendo così di accedere a maggiori risorse economiche per la realizzazione di Piani formativi aziendali condivisi rivolti ai lavoratori delle PMI aderenti di dimensioni minori.

I Piani formativi devono essere condivisi con accordi sottoscritti da organizzazioni di rappresentanza riconducibili ai soci di Fondimpresa, a livello aziendale, territoriale e/o di categoria.

Ambito di riferimento: aziendale o interaziendale. Il piano può essere anche multi regionale. E’ in ogni caso escluso l’utilizzo di voucher formativi, ossia la partecipazione a corsi a catalogo.

Leggi tutto...

La personalizzazione dell'offerta nel B2B

Alcuni studi recenti mostrano come l’attenzione e la propensione all’acquisto da parte dei consumatori aumentino quando questi sono esposti a messaggi personalizzati

 Non è difficile da credere: se qualcuno di un’azienda che conosciamo si rivolge a noi chiamandoci per nome, per proporci qualcosa che ci serve, saremo probabilmente interessati a dagli ascolto.

Oggi, al di là delle indubbie problematiche sul tema della privacy, le aziende sono in grado di raccogliere zetabyte di dati sui clienti, sulle loro preferenze di acquisto, sui loro comportamenti on line e off line, sulle abitudini di consumo e possono quindi creare offerte personalizzate estremamente efficaci.

È la cosiddetta personalizzazione di massa, la nuova frontiera del marketing.

Leggi tutto...

Come migliorare la performance di un Sito Aziendale

Più della metà della popolazione mondiale accede ad Internet. Nel 2016 gli utenti sono aumentati del 10%, che, in valore assoluto, significa 354 milioni di persone, che si sono aggiunte agli oltre 3 miliardi di utenti già attivi in rete. La quasi totalità degli utenti accede utilizzando diversi dispositivi, ma prediligendo lo Smartphone, soprattutto tra le fasce di età più giovani.

Questi pochi dati, sono in sé sufficienti per dimostrare il fatto che Internet è un veicolo di relazione e comunicazione imprescindibile per ogni azienda che vuole essere sul mercato. Questa tesi è rafforzata dal dato raccolti da Global Web Index, uno degli istituti di ricerca più strutturati ed attivi sul mondo digitale.

La scoperta di un nuovo prodotto o marchio passa in primo luogo attraverso i motori di ricerca.

Le aziende oggi non possono permettersi di non avere un sito, ma non basta, oggi non possono permettersi di avere un sito fatto male, il che non significa bello o brutto, significa un sito efficace, ben indicizzato nei motori di ricerca, che offra un’esperienza di navigazione interessante e interattiva, con contenuti validi e condivisibili, che sia parte di una strategia di comunicazione integrata on e off line, che sia di effettivo supporto alla crescita del volume d’affari dell’azienda.

Test Your English

Le vacanze di Natale si avvicinano e per molti è l’occasione di regalarsi un breve soggiorno all’estero. Forse è il caso di rinfrescare un po’ il proprio inglese, che è pur sempre la lingua internazionale per antonomasia.

Se volete mettere alla prova la vostra conoscenza della lingua, provate con questo semplice test!

Il gioco consiste nel completare le seguenti frasi scegliendo tra i verbi sotto indicati, tenendo presente che la prima lettera del verbo corrisponde all’ultima lettera del verbo precedente.

Chi riesce a completare tutte le frasi in meno di 2 minuti, ha una buona padronanza della lingua inglese.

Leggi tutto...

Venditori si nasce o si diventa?

Vendere non è cosa semplice, soprattutto se si tratta di beni o servizi complessi. Ci vuole senz’altro un certo talento, ma spesso è la tecnica che viene in aiuto e trasforma il venditore improvvisato in venditore professionale.

Una delle prime regole di chi vende è riuscire a comprendere l’esigenza dell’interlocutore e sapere quindi proporre la migliore soluzione.

Come diceva P. Kotler “La gente non vuole un trapano, vuole fare un buco nel muro” o, per essere più esatti, non vuole nemmeno un buco nel muro, vuole appendere un quadro, uno specchio, una mensola. Il bravo venditore non cercherà quindi di propinare al cliente il prodotto più caro sullo scaffale, proverà invece a capire meglio le necessità del suo interlocutore, per guidarlo nel processo decisionale, che non necessariamente dovrà concludersi con il trapano più costoso. Anzi, nel momento in cui un cliente percepisce che gli è stata proposta la soluzione più vantaggiosa - per lui - è propenso ad aprire uno spazio di fiducia, in cui il venditore può inserirsi come consulente anche per gli acquisti futuri; si pongono così le basi per un legame che va oltre la singola transazione e si consolida nel tempo.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Continuando con la navigazione acconsenti al loro utilizzo; per disattivarli leggi le istruzioni nella privacy policy